SENZA FISSA DIMORA

Introduzione
Si racconta che Diogene di Sinope, uno dei fondatori della scuola cinica, vivesse dentro una botte nei sobborghi di Atene. Quando giunse in città Alessandro Magno, Diogene non si fece vedere tra i tanti uomini di cultura che andarono a rendergli omaggio. Così fu lo stesso Alessandro ad andarlo a cercare, trovandolo disteso al suolo nel sobborgo di Craneion a godersi il tempo libero. Quando il grand’uomo, che da li a poco avrebbe fondato l’impero più vasto mai conosciuto, chiese sarcastico al filosofo cosa potesse fare per lui, che non aveva avuto interesse nel rendergli omaggio, e quello rispose di togliersi dalla luce, che gli copriva il Sole. Plutarco racconta che, tra le risate dei suoi uomini, Alessandro Magno pronunciò queste parole:
“Se non fossi Alessandro, io vorrei essere Diogene”.

Una delle storie raccolte in queste foto, che sono frutto di attenta ricerca e giorni passati a vivere assieme a loro, è quella di Teodora (4;5), fuggita dal suo paese per aver denunciato il traffico di donne e droga del porto di Rotterdam. Poco interessante ai possedimenti materiali, come quasi tutti gli altri, una volta avvicinato da Andrea ha avuto l’unica richiesta di farsi regalare un libro di Freud: “Il decadimento della società”, donando riconoscente il testo “Formaggio Olandese” all’autore di questo reportage.

Mettendo da parte possibili buonismi (senso dell’umanità che ad oggi sembra essere divenuto un pericoloso crimine morale), ognuno di questi individui emarginati porta con se una storia che raramente viene raccontata e che i contemporanei raramente hanno interesse a conoscere. Così ci limiteremo anche noi a raccontarne poco o niente, sperando in quel senso dell’empatia che da solo può produrre immedesimazione e, con il supporto dell’immaginazione, milioni di storie tutte assolutamente vere e false allo stesso tempo.

Ma ora è il momento di far parlare l’autore del reportage (in gara al Festival della fotografia Etica –
Word report award 2017), con la speranza che possiate apprezzarne la dedizione e l’intensità.

Dionisio

SENZA FISSA DIMORA
di Andrea Berrelli

Il reportage è stato realizzato a Roma nel periodo Gennaio – Marzo 2017.

Il progetto è teso ad illustrare le condizioni attuali dei “senza fissa dimora” nella Metropoli, sottolineando le diverse condizioni etiche, fisiche e mentali delle persone conosciute e fotografate.

L’impegno infatti non è stato rivolto solo alla mera fotografia ma anche alla conoscenza personale, per interi giorni, dei soggetti ritratti.

Personalmente abito in periferia e, a parte nomadi ed extracomunitari, che ho avuto modo di frequentare in ambito scolastico, non avevo esperienza dei “barboni” propriamente detti, la periferia non offre molto in generale.

Durante il periodo più freddo ho notato che i Senza Fissa Dimora erano molti e praticamente tutti nel centro di Roma, nelle zone più ricche di monumenti e negozi di lusso. Questa realtà così ovvia (sono là perchè c’è ricchezza e turisti), ha però colpito il mio interesse ed ho cominciato a frequentare giornalmente alcuni di loro per capire ed approfondire i problemi e la vita che affrontano giornalmente, sotto gli occhi di tutti ma non visti, a volte neanche percepiti, spesso osteggiati, maltrattati senza motivo, strumentalizzati per crudele divertimento.

Alcuni di loro mi hanno raccontato storie di vita pesantissime con il sorriso sulle labbra ed una speranza negli occhi.

Altri non hanno voluto il contatto diretto ma hanno accettato di essere fotografati, molti di essi hanno problemi mentali riconducibili a ricoveri e profonda solitudine.

La solitudine è la sensazione che più balza agli occhi osservando queste persone, sul marciapiede, loro unica “casa”,sono sfiorate da centinaia di individui quotidianamente e sono invisibili. Loro ci guardano, aspettano, sperano, nel freddo, con pochi stracci, attendendo un gesto minimo. Ogni giorno simile all’altro lottano per la sopravvivenza.

La strada è violenta ed ha le sue regole ed esiste una sorta di codice comportamentale , spesso ho potuto notare dei gruppi di Senza Fissa Dimora che hanno creato una sorta di sistema sociale, si proteggono e si rispettano, si fanno forza, si aiutano.

Qualche giorno fa ho incontrato due homeless, conosciuti in febbraio che non hanno voluto essere fotografati, mi hanno riconosciuto e salutato mi sono fermato un po’ con loro, siamo tutti parte dell’umanità.

 

  1. Senza Fissa Dimora – giaciglio di fortunaSENZA_FISSA_DIMORA_01
  2. Stefano 37 anni di Imola in seguito ad una patologia ossea all’anca si è visto ridurre le ore di lavoro fino al licenziamento. Non potendo più sostentarsi racconta di essere stato costretto alla vita in strada.
    SENZA_FISSA_DIMORA_02
  3. Documento ufficiale di Stefano rilasciato dal Comune di Imola che attesta il cambio di residenza in Via Senza Fissa Dimora, 75
    SENZA_FISSA_DIMORA_03
  4. Teodora 62 anni olandese sfuggita al traffico di prostituzione nel porto di Rotterdam
    SENZA_FISSA_DIMORA_04
  5. Teodora : la sua casa a San Pietro tra il Colonnato del Bernini
    SENZA_FISSA_DIMORA_05
  6. George 72 anni svedese, per anni nella marina. In seguito ad un tragico avvenimento ha iniziato la vita sulla strada.
    SENZA_FISSA_DIMORA_06
  7. George: dipinge barche per guadagnare qualcosa. Da dieci anni è il compagno di Teodora
    SENZA_FISSA_DIMORA_07
  8. Celestino siciliano su una sedia a rotelle elemosina alla Stazione Termini per racimolare il costo di un biglietto per Parigi dove dice di avere un parente.
    SENZA_FISSA_DIMORA_08
  9. Celestino: dettaglio della mano.
    SENZA_FISSA_DIMORA_09
  10. Raphiq presumibilmente di origine arabe. Molto instabile accetta solo di essere fotografato dopo tre giorni di tentativi. Non si conosce la sua storia
    SENZA_FISSA_DIMORA_10
  11. Raphiq nella sua dimora mentre spegne una sigarettaSENZA_FISSA_DIMORA_11
  12. tre punkabestia si sono incontrati in strada a Berlino, girano l’Europa. Attualmente sono a RomaSENZA_FISSA_DIMORA_12
  13. Finn tedesco: dei tre è il più instabile non ha voluto farsi fotografare per intero a suo dire per problemi di riconoscimento SENZA_FISSA_DIMORA_13
  14. Bartosh 33 anni polacco: lasciato dalla moglie ha deciso di girovagare per l’Europa SENZA_FISSA_DIMORA_14
  15. Thomas 30 anni polacco: ha lasciato gli studi universitari ed in seguito ha conosciuto gli altri due ragazzi unendosi con loro.SENZA_FISSA_DIMORA_15
  16. Peter: rumeno di 50 anni. Ha lavorato nel campo edile per molti anni poi si è trovato in difficoltà per carenza di lavoro
    SENZA_FISSA_DIMORA_16
  17. Peter si copre con una sciarpa per pudore anche se favorevole a farsi ritrarre come denuncia delle condizioni in cui anche lui si trova.
    SENZA_FISSA_DIMORA_17
  18. Elena 35 anni rumena con seri problemi mentali vive in strada da diversi anni ma soprattutto nel Villaggio Globale a Testaccio( centro sociale).SENZA_FISSA_DIMORA_18
  19. Roberta: romana, 32 anni , sola al mondo dall’età di 15 anni, è vissuta in istituto fino ai 18 anni poi ha cominciato a vivere in strada.SENZA_FISSA_DIMORA_19
  20. Rita e Amelia: due anziane cugine romane, vivono da cinque anni in strada a piazza di Spagna perché a loro dire i parenti non vogliono averle in casa. Sono aiutate dalle persone del quartiere e dalla Municipale.
    SENZA_FISSA_DIMORA_20
  21. Elemosina a piazza di Spagna
    SENZA_FISSA_DIMORA_21
  22. donna suona un violino invisibile. Stazione Termini
    SENZA_FISSA_DIMORA_22
  23. senza fissa dimora zona Piazza Barberini
    SENZA_FISSA_DIMORA_23
  24. uomo presso stazione metro Re di Roma
    SENZA_FISSA_DIMORA_24
  25. SOS uomo in via del Corso
    SENZA_FISSA_DIMORA_25
  26. solitudine Viale Angelico
    SENZA_FISSA_DIMORA_26
  27. uomo con giaciglio zona Piramide Via Marmorata
    SENZA_FISSA_DIMORA_27
  28. Paula stazione TerminiSENZA_FISSA_DIMORA_28
  29. Uomo con il cane Piazza di SpagnaSENZA_FISSA_DIMORA_29
  30. Sedia a rotelle Stazione Termini
    SENZA_FISSA_DIMORA_30
  31. tre uomini gradini colonnato San Pietro
    SENZA_FISSA_DIMORA_31
  32. uomo che fuma San Paolo
    SENZA_FISSA_DIMORA_32
  33. uomo colonnato San Pietro
    SENZA_FISSA_DIMORA_33
  34. anziana che elemosina Trastevere
    SENZA_FISSA_DIMORA_34
  35. uomo al sole Piazza Vittorio Emanuele
    SENZA_FISSA_DIMORA_35

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...